Un carrello di veleni – Comune-info

Un carrello di veleni Monica Di Sisto 22 Febbraio 2020

Il principale alleato di Trump nel nuovo attacco alle regole europee su commercio, energia e tecnologie sembra essere proprio l’Italia, ma Washington vuole inserire ad ogni costo anche l’agricoltura.

L’elementare principio di precauzione che la terrebbe fuori, secondo gli Usa, è un cappio, non è basato su argomenti scientifici e colpirebbe in modo protezionistico l’export Usa, non solo in Europa. Il tempo stringe, il Commissario europeo al Commercio, Phil Hogan, ha rivelato che entro il 18 marzo vuole preparare un “mini-accordo”, che comunque dovrebbe andare ben oltre il mandato affidato alla Commissione dal Consiglio Europeo. Il presidio organizzato venerdì 21 febbraio, non a caso proprio di fronte al ministero per l’agricoltura, serviva a ricordare a tutti che sulle questioni che riguardano la salute – solo per citare una delle molte questioni in campo – non è certo il momento di distrarsi

Foto Riccardo Troisi per Comune info

[..] Un carrello della spesa carico di cibo spazzatura, coltivato con pesticidi cancerogeni e sostanze proibite, portato a spasso nelle strade affollate della Capitale è il simbolo del presidio organizzato ieri di fronte al Ministero dell’Agricoltura da Fridays For Future Roma insieme a Stop Ttip/Ceta Italia, Terra!, Greenpeace, Slow Food, Climate Save, Forum dell’Acqua, A Sud, Associazione Rurale Italiana ed Extinction Rebellion, Ress Roma , Fairwatch per mettere in scena i rischi di un accordo commerciale fra Stati Uniti e Unione europea che potrebbe, secondo le associazioni, «disinnescare per sempre il principio di precauzione, forzando le regole europee attualmente in vigore su pesticidi, sicurezza alimentare, Ogm e Nbt».

Source: Un carrello di veleni – Comune-info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *